FILIPPO BONAZZI
ARTISTIC PORTFOLIO

Blog

Circolo di Confusione

Circolo di Confusione

Quando ho iniziato ad approcciarmi a questo tema ho inizialmente ipotizzato che il Circolo di Confusione fosse quell’emicrania zona temporale che mi veniva nel cercare di capire a cosa servisse. Questo è ahimè l’effetto della teoria, che, per quanto noiosa, può però aiutarci nella pratica.

 ____________________

The circle of confusion is the effect due to a cone of light rays not coming from a focus source.

 

Se metto a fuoco un soggetto e fotografo, i generici raggi luminosi provenienti da punti più vicini e più distanti dall’area messa a fuoco convergono davanti o dietro al sensore formando un circolo più o meno grande a seconda della distanza dall’area a fuoco. Questi sono i circoli di confusione, ma in fotografia per ‘circolo di confusione’ si intende il diametro massimo di tale circolo, oltre il quale l’occhio umano percepisce la sfocatura. Se amate fotografare con aperture massime sarete abituati ad apprezzare questi circoli man mano che i soggetti si allontanano dall’area a fuoco. Però sicuramente non volete che questo effetto sfuocato venga percepito sul soggetto a fuoco e quindi vorreste sapere se nel formato di stampa che avete scelto la foto verrà percepita a fuoco da un osservatore posto ad una determinata distanza, inoltre vorreste sapere qual è la profondità di campo entro la quale non si percepiscono i circoli di confusione sul soggetto a fuoco.

Ecco a cosa serve il circolo di confusione! Ed ecco cosa si dovrebbe fare ogni volta prima di fotografare (teoricamente!).

Se hai osservazioni, domande o dubbi, non esitare ad inserire un commento!

____________________

Circle of Confusion

In photography the circle of confusion represents the minimum size of a spatial cycle assumed to be in perfect focus. It is related with the sensor format of the camera (mm and pixel) and with the visual acuity. It is a constant value for each camera and is used to calculate minimum observer distance and printing resolution for each printing format. It also is necessary to evaluate the hyperfocal distance and the depth of field.


If you have any comments, questions or doubts, feel free to add a comment!
My English is not the best, if you find errors, help me to improve!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« OTHER PROJECTS FOLLOW ME ON
error: Content is protected ..